I fiumi intermittenti: una risorsa poco esplorata

OggiScienza

nokia-059 Nella regione del Mediterraneo i corsi d’acqua non perenni sono la forma predominante, ma spesso sono ignorati dal punto di vista scientifico e amministrativo. Crediti immagine: Anna Maria De Girolamo

SPECIALE NOVEMBRE – Inondazioni e siccità possono essere due facce della stessa medaglia. Questo vale soprattutto per le regioni che si affacciano sul Mediterraneo, dove il clima secco, le attività umane e il cambiamento climatico contribuiscono a diffondere una particolare categoria di bacini idrici: i cosiddetti corsi d’acqua non perenni. Sono fiumi che per alcuni mesi o settimane dell’anno non scorrono più, perché si seccano completamente. Oppure sono torrenti che si creano solo in seguito a forti precipitazioni o allo scioglimento della neve, a volte fluendo solo per poche ore o giorni.
Se a livello globale costituiscono circa il 50% dei corsi d’acqua, nel Mediterraneo sono la forma predominante. Eppure non hanno ricevuto l’attenzione che meritavano. A livello amministrativo…

View original post 1.042 altre parole

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...