L’Artico continua a sciogliersi: è la nuova “normalità” dei ghiacci

OggiScienza

artico 3 Tra marzo e maggio 2016 lo scioglimento dei ghiacci artici ha registrato un record negativo. Crediti immagine: NASA/Kate Ramsayer

CRONACA – I ghiacci perenni dell’Artico negli ultimi 100 anni si sono dimezzati e lo scioglimento dei ghiacci marini prosegue. Si tratta di una nuova condizione di “normalità” per i ghiacci artici secondo gli scienziati della NASA, che continuano a monitorare il livello di fusione. Tra marzo e maggio 2016 lo scioglimento ha registrato un record negativo e solo nel mese di giugno c’è stato un rallentamento.

Walt Meier, scienziato della NASA che lavora presso il Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland, ha spiegato che nonostante il rallentamento nella fusione dei ghiacci, a lungo termine lo scioglimento è destinato a proseguire a lungo termine. Il rallentamento, sottolinea Meier, implica che non si tratterà di una situazione estrema come negli anni precedenti poiché le condizioni meteo dell’Artico non sono…

View original post 776 altre parole

Pensiero per Amatrice

ITINERARI LAZIALI

Conca di Amatrice-Veduta dalla Laga RCRLB

Guardando la Conca di Amatrice ho sempre pensato: che bella valle, intatta, verde, ordinata, dove i campi, i boschi e i paesi si alternano così armoniosamente, dove nulla disturba lo sguardo. In effetti qui né la speculazione edilizia né quella energetica hanno messo mai piede: se un paesaggio sa essere lo specchio del carattere della gente che lo abita, allora guardando la vallata di Amatrice vengono in mente valori come umiltà, attaccamento alla terra e alle tradizioni, senso civico e serietà. Ecco, proprio da questi preziosi valori potranno ripartire Amatrice, Accumoli, Arquata e gli altri borghi colpiti da questo tremendo sisma. Ma non dimentichiamoci di loro fra un mese o poco più. Solo con la solidarietà di tutti si superano tragedie di questo tipo. LB

View original post

Paralimpiadi: quanta tecnologia dietro alle protesi per i diversi sport?

OggiScienza

paralimpiadi L’atleta Kelly Cartwright ai Giochi Paralimpici di Londra 2012. Crediti immagine: Australian Paralympic Committee, CC BY-SA 3.0

SPECIALE AGOSTO – “La tecnologia delle protesi è importante per migliorare le prestazioni, ma non dimentichiamoci che con la protesi deve correre un atleta. Se l’atleta è valido, fa i tempi, se non è valido, non li fa”. Ce lo assicura l’ingegnere Gennaro Verni, Direttore Tecnico del Centro Protesi INAIL di Budrio, dove ci si occupa di protesi per l’attività sportiva dall’inizio anni Ottanta del secolo scorso. “Inizialmente la nostra attività si concentrava sullo sci, perché fino ad allora in quello alpino si gareggiava senza protesi. Poi, grazie al rapporto continuo con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), abbiamo cominciato a seguire gli atleti, soprattutto nell’atletica”. Nel tempo c’è stata un’evoluzione incredibile sia nella percezione di questi sport sia nelle tecnologie impiegate. Le Paralimpiadi di Londra 2012 hanno suscitato, nel pubblico italiano, un interesse mai registrato prima.

Esiste una…

View original post 274 altre parole

TTIP nel limbo, in dirittura d’arrivo però il CETA, l’accordo di libero scambio Unione Europea-Canada

Mentre il TTIP sembra essersi arenato sul no francese ed i tempi stretti dettati dalla fine dell’amministrazione Obama, la Commissione Europea ha formalmente presentato al Consiglio dell’Unio…

Sorgente: TTIP nel limbo, in dirittura d’arrivo però il CETA, l’accordo di libero scambio Unione Europea-Canada